Agopuntura

Agopuntura

L’agopuntura arriva a noi dalla medicina classica cinese, che abbiamo imparato a conoscere un po’ tutti. Nonostante sia utilizzata da secoli, molti ancora oggi ignorano perché venga regolarmente praticata anche fuori dai confini della Cina. Studi scientifici hanno dimostrato che la stimolazione di specifici punti della cute può produrre risposte bioelettriche che si traducono in segnali di regolazione delle funzioni organiche, anche a distanza di ore dalla stimolazione stessa. Per questo, l’agopuntura viene adoperata come terapia complementare per trattare dolori e disfunzioni a carico dell’apparato muscoloscheletrico e genitourinario, condizioni varie di stress psicofisico e disturbi vaghi e aspecifici che alterano l’umore e compromettono la qualità del sonno. In particolare, un’applicazione molto impiegata dell’agopuntura è l’auricoloterapia, utilizzata per abbandonare l’abitudine al fumo.

Agopuntura, la terapia della medicina classica cinese

L’agopuntura è una tecnica puntoria, praticamente indolore se praticata da un medico esperto, in grado di trattare sintomi sia fisici che psichici. A dimostrazione della sua sicurezza, l’agopuntura può essere esercitata anche sulle donne in gravidanza e sui bambini a partire dai sei anni di età.

La tecnica viene eseguita attraverso aghi sottilissimi, che vengono inseriti in specifici punti della cute. Stando all’antichissima cultura della medicina classica cinese, gli aghi andrebbero a ripristinare il corretto flusso di energia, ritrovando in tal modo quell’equilibrio che si manifesta alterato coi segni della patologia.