L’organo di masticazione: i denti

L’organo di masticazione: i denti

I denti sono il principale organo di masticazione con un importante ruolo estetico. Sono anche determinanti per lo sviluppo linguistico e fonetico delle persone.

Sviluppo dei denti

La prima dentizione, detta decidua o ‘da latte’, si completa intorno ai due anni.

È formata da venti denti ed esclude i premolari. Successivamente, all’interno dell’osso alveolare, i germi dentari inizieranno a svilupparsi determinando la caduta dei denti decidui. Si forma così la seconda dentizione, quella permanente, composta da incisivi, canini, premolari e molari, per un totale di 32 denti.

La struttura dei denti

Per comprendere al meglio come è strutturato un dente, possiamo dividerlo in tre parti: superiore, inferiore e interna.

Parte superiore

La corona è la parte del dente che emerge dalla gengiva, quella immediatamente visibile e ricoperta dallo smalto dentale. Lo smalto è il tessuto più duro del nostro organismo poiché composto al 98% da cristalli di idrossiapatite e avvolge la dentina, leggermente più scura. Il colletto è lo strato che separa la corona dalla radice, situata nel tessuto gengivale.

Parte inferiore

La radice è alla base di ogni dente e al suo interno passano vasi sanguigni e nervi che giungono fino alla parte interna della corona, occupata dalla polpa dentaria. La polpa è un tessuto connettivo molle formato odontoblasti, nervi, linfociti, macrofagi e fibroblasti, responsabile dell’apporto vascolare e della sensibilità dentale.

Parte interna

I denti sono sostenuti dal tessuto parodontale, o parodonto (costituito dall’osso alveolare, dal legamento parodontale, dal cemento radicolare) e la gengiva. Il legamento parodontale, un tessuto fibroso, circonda la radice del dente tenendola ancorata all’osso alveolare e al cemento radicolare, permettendo così al dente di non subire danni durante la masticazione.

 

Dott. Luigi Formisano

Chirurgo specialista in odontoiatria e protesi dentaria